Voci dal vigneto 2015 

 

Lo scorso 13 ottobre si è ripetuta a Villa Locatelli la cena “Voci dal vigneto”. La serata, strutturata come la prima edizione dell’anno scorso, ha avuto inizio con l’aperitivo di benvenuto nella sala degustazione dell’azienda ed poi è continuata in villa.
Al primo piano, Marta Locatelli ha ricordato a tutti i presenti il premio “Tre Bicchieri” assegnato dalla guida del Gambero Rosso allo Spìule Chardonnay DOC FCO 2013 e poi ha passato la parola all’enologo Alessandro Dal Zovo che ha raccontato l’annata 2015 in vigna, spiegando come il clima ha influito positivamente o negativamente nel corso delle varie fasi fenologiche della vite, fino ad arrivare al periodo della vendemmia.
Dopo i saluti dei due responsabili commerciali Alessandro Dalla Mora e Alan Gaddi, Marta Locatelli ha presentato la “Riserva Giulio Locatelli“: «Abbiamo dedicato i nostri migliori quattro vini fermi a mio nonno: Giulio Locatelli! Volevamo creare qualcosa in sua memoria, lui che nel 1967 ha acquistato la Tenuta e ha fin da subito iniziato a gestirla con quello spirito imprenditoriale e lungimirante che l’ha sempre contraddistinto. Abbiamo scelto quattro vini che parlassero di lui: l’eleganza dello Spìule Chardonnay dei Colli orientali (che quest’anno ha vinto i Tre Bicchieri), l’armonia del Collio Bianco (premiato nel 2012 come Friulano&Friends migliore uvaggio bianco), la decisione del Merlot Ravòst (una novità di quest’anno) e l’audacia del Pignolo (92 punti assegnati da Robert Parker). Abbiamo ideato un nuovo packaging utilizzando i toni del blu per i due vini bianchi e quelli del rosso vinaccia per i due vini rossi, distinguendoli dal resto della produzione.»

Anche Luciano Locatelli, padre di Marta e figlio di Luciano, ha accolto la novità con commozione ricordando la figura paterna, e ribadendo quanto è importante che i più giovani sappiano apprendere dall’esperienza dei “meno giovani”.

In sala, il vicepresidente della nostra Regione, Sergio Bolzonello, ha preso la parola ricordando come la famiglia di Giulio Locatelli, assieme ai Savio e agli Zanussi, ha creato negli anni del secondo dopoguerra la Pordenone attuale: modificandola e apportando uno slancio imprenditoriale e umanista unico nel suo genere.

Anche il sindaco di Cormons, Luciano Patat, ha ringraziato la famiglia Locatelli in quanto rappresentante di una storica realtà del nostro territorio e allo stesso tempo portavoce in 39 Stati nel mondo del nome del Friuli e di Cormons.

Guarda il video della serata!
Vai alla rassegna stampa

Condividi
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Bookmarks
  • email
Tenuta di Angoris S.r.l. - Powered by Ambient7
Tenuta di Angoris S.r.l. - Società Agricola - Loc. Angoris, 7 34071 Cormòns (GO) Italy - P. I.v.a. 00051120319